Visualizzazione post con etichetta Benessere. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Benessere. Mostra tutti i post

lunedì 31 dicembre 2018

Non può esserci guarigione senza malattia


Rieccomi qua puntuale all'appuntamento con l'immancabile post di fine anno.

Questa volta però il mio ultimo articolo non parlerà di corsa, se non indirettamente.

Non tratterrà nemmeno necessariamente di Parkinson, quanto piuttosto della malattia in senso generale.

Ripercorrendo l'andamento di questo 2018 e rileggendone gli eventi in maniera distaccata, ho elaborato infatti alcune riflessioni sulla malattia che vorrei condividere.

sabato 22 dicembre 2018

Un inaspettato clamoroso P.B.


Quest'anno sotto l'albero di Natale ho trovato un regalo tanto gradito quanto inatteso: un nuovo record personale.

E che record! Ho abbassato il mio miglior tempo sulla mezza maratona di oltre 2 minuti in una botta sola, e senza neanche aver fatto una preparazione specifica per la gara.

Ma andiamo con ordine.

mercoledì 5 dicembre 2018

La prima maratona non si scorda mai (terza parte)


← la prima parte

← la seconda parte

Sono passate già due settimane dal favoloso weekend veronese.

Ritorno spesso indietro col pensiero a rivivere alcuni momenti della cavalcata solitaria che ha avuto il potere di rendermi così tanto (forse troppo) orgoglioso di me stesso.

Ogni volta è come aprire un piccolo scrigno prezioso, ripieno di autostima, che rimarrà dentro di me per sempre, qualsiasi cosa mi riservi il futuro.

mercoledì 21 novembre 2018

La prima maratona non si scorda mai (prima parte)


In questo e nei prossimi articoli tenterò di convertire in parole tutte le intense emozioni vissute nell'ultimo incredibile, inimmaginabile fine settimana.

Non penso di poter descrivere adeguatamente il mio stato d'animo momento per momento, ma i ricordi almeno rimarranno per sempre indelebili.

lunedì 22 ottobre 2018

#road2verona - Lacrime di gioia

“Diventa amico del dolore, e non sarai mai solo”
Ken Chlouber


Dopo questo post in cui sottolineavo l'importanza della motivazione per portare avanti con successo la preparazione per una maratona, c'è chi giustamente mi ha chiesto quali siano queste motivazioni che mi spingono ad alzarmi alle cinque di mattina per andare a “fare della fatica”.

Già, perché lo faccio?

Perché – non ci prendiamo in giro – alzarsi da letto alle cinque, uscire in strada e cominciare a correre costa fatica. Macinare chilometri e chilometri incessantemente ogni settimana costa fatica. Spingere al massimo il proprio corpo, mettere alla prova la propria resistenza fisica e mentale per spostare di volta in volta un po’ più in alto i propri limiti costa molta fatica.

domenica 14 ottobre 2018

#road2verona - 5. La Trenta2 di Parma

Settimana decisamente impegnativa quella appena conclusa!

Ottobre è indubbiamente il mese chiave della mia preparazione, per cui negli ultimi quindici giorni ho aumentato i carichi degli allenamenti, sia come volumi che – soprattutto – come intensità.

Negli ultimi otto giorni in particolare ho accumulato oltre 100 Km, fra cui una mezza maratona domenica scorsa a Formigine, due sedute di ripetute infrasettimanali, e dulcis in fundo il lunghissimo di stamattina alla Trenta2 di Parma.

lunedì 8 ottobre 2018

#road2verona - 4. Motivazione, Disciplina e Perseveranza

Cinque e un quarto di mattina.
Sono dolcemente rannicchiato sotto le coperte nel mio consueto stato di dormiveglia mattutino.
Fuori è ancora buio pesto, ci saranno sì e no dieci gradi, conditi da una leggera pioggerellina autunnale.
Mi devo alzare.
La tentazione di girarsi dall'altra parte e lasciarmi cullare dal sonno è forte. Ma non me lo posso permettere.

sabato 8 settembre 2018

Run Tune Up!


Con sommo piacere, anche quest'anno riuscirò a rispettare l'appuntamento di fine estate con la Run Tune Up, la mezza maratona della mia città.

Nonostante i molteplici infortuni che mi hanno costretto a continui stop e a lunghi periodi di riposo forzato, domattina mi schiererò – carico! – sulla linea di partenza, pronto come sempre a dare il massimo per tutti i 21 Km di gara.

mercoledì 29 agosto 2018

Se sei stanco corri


Prendo spunto per questo post da un messaggio inviatomi da un lettore del blog, anch'egli parkinsoniano ed ex-runner, che chiede consigli su come contrastare la stanchezza fisica e riprendere a correre.

Come non smetterò mai di ripetere, il Parkinson si manifesta in modi molto diversi da persona a persona, per cui io consigli non ne do, non avrebbe senso. Posso però raccontare la mia esperienza nella speranza che possa aiutare, che poi sarebbe uno degli scopi di questo blog.

domenica 22 luglio 2018

La spesa energetica per i parkinsoniani


Interessante questo articolo pubblicato un anno fa da un team di ricerca israeliano del Hadassah Medical Center di Gerusalemme.

Mi era sfuggito perché non si tratta del solito studio sull'importanza dell'esercizio fisico per i parkinsoniani. Affronta invece un tema finora piuttosto trascurato, ossia la differente spesa energetica richiesta, in varie situazioni, per soggetti sani e per malati di Parkinson.

mercoledì 6 giugno 2018

Cortina-Dobbiaco sola andata

La partenza in Corso Italia

Come da programma, domenica ho realizzato il mio sogno di partecipare alla “Corsa delle Dolomiti” per antonomasia: la Cortina-Dobbiaco.

La Cortina-Dobbiaco è una gara competitiva di 30 Km su fondo sterrato che si corre ogni anno dentro il Parco Naturale delle Tre Cime, in pieno territorio dolomitico, lungo il vecchio tracciato ferroviario dismesso che un tempo univa le due località. Si sale per poco più di 300 metri fino a scollinare a Cimabanche al Km 14, e poi si ridiscende lo stesso dislivello per i restanti 16 Km.

domenica 20 maggio 2018

Finché posso continuare a correre, significa che sto vincendo io

Jimmy Choi

La prima volta che ho sentito parlare delle imprese di Jimmy Choi sono rimasto piacevolmente colpito, soprattutto a causa dei numerosi punti in comune che ho trovato fra la sua storia personale e la mia.

Ma non solo: ascoltando la sua testimonianza ho riscontrato anche una certa affinità di pensiero. Molte sue dichiarazioni rispecchiano la mia esperienza, in particolare i suoi sentimenti nei confronti della corsa sono per me pienamente condivisibili, al punto che potrei averli espressi io stesso.

martedì 2 gennaio 2018

Happy Slow Year


Dopo il doveroso post di fine anno eccomi qua con gli immancabili buoni propositi per l'anno nuovo.

In verità vorrei farne solamente uno, sempre lo stesso, ossia:

vivere più lentamente

e impegnarmi per applicare questo mantra ad ogni aspetto della mia vita.

domenica 31 dicembre 2017

Un anno da ricordare


Come ogni blogger che si rispetti, non posso esimermi dal tracciare un bilancio di fine anno relativamente agli argomenti di questo blog, ossia corsa e Parkinson.

Cominciamo quindi con le cinque notizie migliori del 2017, in ordine sparso:

domenica 24 dicembre 2017

Buon Natale… corsetta serale


Per recuperare dalla Mezza Maratona di Castel Maggiore, e in generale da una stagione agonistica impegnativa, avevo messo in programma una decina di giorni di off-season, con l'idea di concedermi un po' di riposo per ritemprare il fisico e ricaricare le energie prima di cominciare la preparazione per la maratona di primavera (di cui scriverò a breve).

martedì 19 dicembre 2017

Corrida del Progresso… Olé!


Caro corpo, lo so che ultimamente ti ho strapazzato in maniera irresponsabile. Però questa è l'ultima gara della stagione e potrebbe diventare la giornata giusta per raggiungere quel risultato che sto inseguendo, per cui ti sto chiedendo solo un ultimo sforzo prima di staccare e di concederci il giusto riposo…”.

Questi sono i pensieri che mi affollano la mente mentre mi sto applicando con la consueta cura al solito lento riscaldamento in vista della mia prima Corrida del Progresso.

lunedì 4 dicembre 2017

Bologna City Night Trail

Forse avrete notato che da un po’ di tempo non pubblico aggiornamenti sull'andamento della mia convivenza con il Parkinson.

A pensarci bene c'è una ragione dietro a questa dimenticanza: la sensazione che nelle ultime settimane l’intensità dei sintomi della malattia si sia attenuata in maniera chiaramente percettibile (a parte forse la stanchezza). Tanto che più di una volta mi sono dimenticato di prendere i farmaci, senza per questo avvertire grossi peggioramenti nel tremore, nella rigidità e in generale nei movimenti.

martedì 14 novembre 2017

Evidenze scientifiche (seconda parte)

Continuo la rassegna dei principali articoli scientifici a supporto della tesi sull'effetto benefico dell'attività fisica intensiva nel contrastare i sintomi della malattia di Parkinson.

Qui la prima parte dell'analisi.

Dopo aver esaminato gli studi riguardanti modelli animali, ho raccolto un nuovo elenco  – imcompleto – di articoli riguardanti test clinici eseguiti con pazienti parkinsoniani utilizzando diversi protocolli di riabilitazione intensiva. Gli autori discutono gli effetti ottenuti con programmi di esercizio ad intensità e durate variabili sulle performance motorie e sulla progressione della malattia.

giovedì 9 novembre 2017

Rallentare

La malattia di Parkinson si manifesta in me attraverso diversi sintomi, come ad esempio la distonia di cui ho parlato in passato. L’aspetto che impatta maggiormente sulla mia qualità della vita è senza dubbio la fatica, intesa come carenza di energia, fisica e mentale.

La fatica non solo emerge nello svolgimento delle comuni mansioni quotidiane, ma limita anche la quantità – e restringe la gamma – delle attività che posso permettermi di affrontare, fino, in alcuni casi, a compromettere la mia vita sociale.

lunedì 6 novembre 2017

La Vallazza

Altro weekend e altra gara competitiva da onorare. Questa settimana ci si sposta niente meno che a Molinella per La Vallazza, celebre corsa di 14 Km giunta alla trentanovesima edizione.


Le distanze “intermedie” – cioè in mezzo fra le “classiche” 10 e 21 Km – mi mettono sempre un po' in difficoltà per quel che riguarda il ritmo gara da impostare. Decido di partire con un cauto 4:15 /Km per poi eventualmente spingere un po' nell'acceleratore se le gambe me lo consentiranno.