Visualizzazione post con etichetta Personali. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Personali. Mostra tutti i post

sabato 30 novembre 2019

La mia New York City Marathon (seconda parte)


← qui la prima parte del racconto


Capitolo 3 - Dopo la gara





Dopo il traguardo



Nella prima parte ho giustamente sottolineato la perfetta efficienza organizzativa della Maratona di New York sotto praticamente tutti i punti di vista. C'è un unico aspetto a mio avviso migliorabile ossia la gestione delle migliaia di finisher dopo l'arrivo.

Una volta tagliato il traguardo ti viene subito messa al collo la tanto agognata medaglia, ti fanno un paio di foto se lo desideri, ti coprono con una mantellina leggera e ti consegnano una sacca con dei generi alimentari (non c'è un “ristoro finale”, risulterebbe decisamente troppo affollato!). E fin qui tutto perfetto.

martedì 12 novembre 2019

La mia New York City Marathon


Introduzione



La maratona di New York è una corsa incredibile. Semplicemente fantastica.

Anzi, più che una corsa è un'enorme, pazzesca festa di strada lunga 42 Km, dove il festeggiato sei proprio tu! È la TUA festa e un'intera città è scesa in strada per celebrarti. Per un giorno tu sei il protagonista, l'eroe osannato da tutti e non verrai lasciato da solo nemmeno per un momento.

Sarai incitato, sostenuto, acclamato incessantemente come una star da un pubblico eccezionale che sembra lì solo per te, e che per poterti applaudire si accalca ai bordi della strada, dal primo all'ultimo chilometro, attraverso quella metropoli straordinaria chiamata New York City.

Per me è stata una scoperta inimmaginabile e un'esperienza indimenticabile. In tutta la mia vita non avevo mai provato nulla del genere. Non ci potevo credere! “Ma è tutto vero?” mi chiedevo. Ho corso con la pelle d'oca e il sorriso stampato sulle labbra, divertendomi come un bambino senza sentire la fatica mentre le gambe giravano leggere e mi sembrava di volare.

È vero che avevo letto parecchi commenti in proposito, ma non ero assolutamente preparato ad una dimostrazione di passione, entusiasmo e coinvolgimento di tali proporzioni.

I racconti degli altri non riusciranno mai a rendere l'idea di quello che ti aspetta, semplicemente perché le parole non possono bastare per descrivere le sensazioni che si provano a correre a New York City la prima domenica di Novembre. È emozione allo stato puro. Si può soltanto viverla.

sabato 22 dicembre 2018

Un inaspettato clamoroso P.B.


Quest'anno sotto l'albero di Natale ho trovato un regalo tanto gradito quanto inatteso: un nuovo record personale.

E che record! Ho abbassato il mio miglior tempo sulla mezza maratona di oltre 2 minuti in una botta sola, e senza neanche aver fatto una preparazione specifica per la gara.

Ma andiamo con ordine.

sabato 24 novembre 2018

La prima maratona non si scorda mai (seconda parte)


← qui la prima parte del racconto

Superato l'arco della partenza, prendo subito contatto visivo coi pacers delle 3h20' e – senza fretta – cerco di mettermi in scia.

Ma i primi Km sono una baraonda mai vista (oltre ai 2500 della maratona ci sono anche i 3000 della mezza), non riesco quasi a correre, devo fare continuamente attenzione a non urtare nessuno davanti e non venire calpestato da quelli dietro.

domenica 31 dicembre 2017

Un anno da ricordare


Come ogni blogger che si rispetti, non posso esimermi dal tracciare un bilancio di fine anno relativamente agli argomenti di questo blog, ossia corsa e Parkinson.

Cominciamo quindi con le cinque notizie migliori del 2017, in ordine sparso:

martedì 19 dicembre 2017

Corrida del Progresso… Olé!


Caro corpo, lo so che ultimamente ti ho strapazzato in maniera irresponsabile. Però questa è l'ultima gara della stagione e potrebbe diventare la giornata giusta per raggiungere quel risultato che sto inseguendo, per cui ti sto chiedendo solo un ultimo sforzo prima di staccare e di concederci il giusto riposo…”.

Questi sono i pensieri che mi affollano la mente mentre mi sto applicando con la consueta cura al solito lento riscaldamento in vista della mia prima Corrida del Progresso.

venerdì 15 dicembre 2017

Verso Castel Maggiore

Come da programma, domenica correrò la mia ultima gara stagionale. Si tratta nuovamente di una mezza maratona, la “Corrida del Progresso” di Castel Maggiore.

Avrei voluto arrivarci carico e allenato, pronto per puntare al mio personale Breaking 1.5, ossia a infrangere il muro dell'ora e mezza nella maratonina, a coronazione di una stagione già ricca di risultati e soddisfazioni.

lunedì 27 novembre 2017

Cinque Fossi Quarantuno Minuti


Grandi aspettative per questa 10 Km domenicale. Soprattutto, devo dire, a causa di questo post, col quale sono riuscito ad elevare ulteriormente la pressione su me stesso. (Non imparerò mai…)

Stamattina insieme alla tensione pre-gara, a darmi il buongiorno ci pensa la pioggia, con un cielo tetro completamente coperto da nuvoloni neri che non lascia presagire alcun miglioramento.

martedì 21 novembre 2017

Verso Minerbio

Dopo la quinta prova del Bologna Cross, corsa sabato 11 novembre – e andata più o meno come le precedenti – ho potuto beneficiare di ben due settimane di pausa prima della prossima competitiva (grasso che cola!): la Cinque Fossi di Minerbio.

Si tratta di una 10 Km, una distanza – non so perché – sempre più in via d'estinzione nelle gare su strada domenicali. Motivo in più per non lasciarsi sfuggire questa opportunità per migliorare il proprio PB, magari dedicandogli anche un minimo di preparazione specifica.

lunedì 6 novembre 2017

La Vallazza

Altro weekend e altra gara competitiva da onorare. Questa settimana ci si sposta niente meno che a Molinella per La Vallazza, celebre corsa di 14 Km giunta alla trentanovesima edizione.


Le distanze “intermedie” – cioè in mezzo fra le “classiche” 10 e 21 Km – mi mettono sempre un po' in difficoltà per quel che riguarda il ritmo gara da impostare. Decido di partire con un cauto 4:15 /Km per poi eventualmente spingere un po' nell'acceleratore se le gambe me lo consentiranno.

lunedì 30 ottobre 2017

Maratonina di Calderara


Come da programma, ieri ho corso la Maratonina di Calderara, con l'obiettivo di migliorare il mio PB di un'ora e 33 sulla “mezza”.

Purtroppo la prima considerazione che devo fare è che il Parkinson è una malattia bastarda, perché appena ti permetti di fare i conti senza di lui, subito si fa sentire in maniera prepotente.

martedì 24 ottobre 2017

Verso Calderara


Mi sono iscritto alla Maratonina di Calderara in programma domenica prossima 29 ottobre alla mattina.


L'obiettivo come al solito è quello di migliorare il mio PB, ottenuto un mese e mezzo fa alla Run Tune Up.

lunedì 11 settembre 2017

Run Tune Up 2017


Adoro i pacers. O meglio, adoro le gare con i pacers. Sono davvero preziosi perché con loro non devi preoccuparti di mantenere il ritmo di gara prefissato. È un pensiero in meno, posso correre con più leggerezza concentrandomi sulle sensazioni che mi comunica il corpo e godendomi la corsa.

Assieme ad altri quattromila runners, incuranti del maltempo ci incolonniamo diligentemente dietro l'arco della partenza; giusto in tempo perché cominci a piovere seriamente.

sabato 9 settembre 2017

Verso la Run Tune Up


Domani mattina correrò la Run Tune Up. È una gara speciale per me perché è stata la mia prima competitiva.

Quest'estate fortunatamente non ho subito infortuni, è la prima volta negli ultimi tre anni che non sono costretto a passarla fermo a guardare gli altri che corrono. Durante il periodo estivo inoltre non ci sono molte gare importanti, così ho potuto preparami bene, compatibilmente con il caldo sofferto.