Visualizzazione post con etichetta Scarpe. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Scarpe. Mostra tutti i post

martedì 8 maggio 2018

Un nuovo stop


(Qui e qui i primi due capitoli della storia)

Dopo anni di corse, di chilometri macinati e di infortuni patiti, qualsiasi runner impara a conoscere il proprio corpo in manera piuttosto accurata. Sa distinguere i diversi messaggi che manda e, in genere, sa quali risposte aspettarsi a determinati stimoli in ogni circostanza.

Chi poi come me soffre di disturbi del movimento deve dedicare al proprio corpo ancora più cure e attenzioni; dunque raramente accade che il fisico reagisca in maniera del tutto imprevedibile, tanto da rimanerci letteralmente sbalorditi.

giovedì 25 gennaio 2018

Nike Zoom Fly

Peso dichiarato: 238 g
Numero: 14 US - 48.5 EU
Peso: 321 g
Drop: 10
Km percorsi: 70

Pro: a ritmi veloci massimo ritorno di energia, rapida transizione tacco-punta, reattive, veloci, sensazione di spinta continua. Ammortizzate, comode, tomaia confortevole, molto leggere. Non stancano le gambe.
Contro:  Poca versatilità, a ritmi lenti diventano inadatte, rigide, legnose, impegnative.


mercoledì 17 gennaio 2018

Nike Free RN Flyknit 2017

Peso dichiarato: 224 g
Numero: 13 US - 47.5 EU
Peso: 275 g
Drop: 8
Km percorsi: 200

Pro: confort, leggerezza, freschezza.
Contro: mancanza di protezione, poco reattive, drop ridotto.


Brooks Glycerin 15

Peso dichiarato: 300 g
Numero: 14 US - 48.5 EU
Peso: 406 g
Drop: 10
Km percorsi: 460

Pro: confortevoli, avvolgenti, spaziose in punta, lunga durata.
Contro: pesanti, ingombranti, troppa imbottitura, poca areazione.


New Balance 1400v5

Peso dichiarato: 211 g
Numero: 13 US - 47.5 EU
Peso: 256 g
Drop: 10
Km percorsi: 440

Pro: veloci, leggere, traspiranti, aderenti al piede.
Contro: poco spazio per le dita, durata ridotta.


Le misure delle scarpe: non ce la possiamo fare


Io ho un grosso (letteralmente) problema nel trovare le scarpe giuste per me: ho i piedi particolarmente lunghi, circa 30 cm dal tallone alla punta. In pratica ho un piede lungo un piede (o quasi).

In più è risaputo che durante la corsa le dita non devono toccare mai la punta della scarpa, nemmeno in discesa, per evitare spiacevoli inconvenienti tipo le classiche unghie nere del runner. Per cui normalmente le scarpe da running vanno prese un numero in più, in modo da garantire un po' di spazio tra la punta delle dita e la scarpa.

La questione Scarpe da Running

Approfittando del riposo forzato di queste settimane, ho trovato il tempo per scrivere una serie di articoli sull'unico tipo di attrezzatura da running per cui vale la pena spenderci del tempo per la scelta e dei soldi per l'acquisto, ossia le scarpe.

Col passare del tempo e dei chilometri ho compreso sempre meglio i requisiti che deve soddisfare il tipo giusto di scarpa per le mie esigenze e ho maturato alcune convinzioni. Per cui, tenendo a mente le solite raccomandazioni, ecco le cinque caratteristiche che prediligo per le mie scarpe da corsa: