venerdì 11 settembre 2020

Pronto per la Maratona di Boston virtuale


Domenica prossima 13 settembre correrò la Boston Virtual Marathon.



Di cosa si tratta?

La 124ma Boston Marathon, originariamente in programma il 20 aprile, alla quale ero regolarmente iscritto, è prima stata spostata al 14 settembre e poi definitivamente cancellata per la prima volta nella sua storia ultracentenaria.

In verità non è stata proprio cancellata, è stata “virtualizzata”, com'è ormai sorte comune per molte gare podistiche ai tempi del coronavirus: ognuno corre i 42 Km e 195 metri a casa sua o dove gli pare in un giorno a piacere tra il 6 e il 14 settembre, registra la propria performance utilizzando ad esempio un orologio GPS Garmin e poi invia la traccia percorsa tramite l'app appositamente rilasciata dalla Boston Athletic Association.

Come premio per le proprie fatiche si riceverà per posta un pacco gara comprendente, fra le altre cose, la t-shirt ufficiale con gli storici colori giallo e blu e soprattutto l'ambita medaglia con l'unicorno:



Mentre un altro pacco “pre-gara” pieno di gel energetici, barrette proteiche e roba simile mi è già stato consegnato ad inizio mese:

 


Per l'occasione ho studiato un percorso in linea che attraversa alcune delle zone di Bologna e dintorni che conosco meglio e dove mi alleno abitualmente:





(Su Google Maps)
Correre da un punto A ad un punto B per me è più stimolante piuttosto che girare in un percorso a circuito.


Essendo previsto sole e caldo, ho fissato l'orario di partenza alle 7 di mattina. Se qualcuno si trovasse in zona e avesse voglia di farmi compagnia per correre insieme un tratto di strada mi farebbe molto piacere e mi sarebbe di grande aiuto! (in particolare negli ultimi Km).

Se invece l'idea di far della fatica la domenica mattina non vi attira, potete anche semplicemente scendere in strada per farmi un po' di tifo! 😉

Per quanto riguarda il “ritmo gara” posso dire solamente che la correrò a passo lento, senza badare troppo al cronometro e senza farne una questione di tempo finale. Un po' perché non ha molto senso in una virtual, un po' perché non sono riuscito ad allenarmi a dovere.

Diciamo che il livello di preparazione raggiunto non è certamente quello necessario per correre una gara ma è comunque sufficiente per un “allenamento” di 42 Km.

Negli ultimi mesi infatti la mia schiena è un po' migliorata e mi ha permesso di correre per almeno 250 Km al mese (tutti rigorosamente lenti!) in modo da potermi costruire un minimo di resistenza alla fatica nelle gambe.

Due domeniche fa ho anche completato il classico “lunghissimo” di 35 Km che è andato abbastanza bene anche se alla fine i muscoli delle gambe erano veramente a pezzi!

Per fortuna un amico mi seguirà in bici per tutto il tempo, sia per farmi da ristoro ambulante, sia come tutela nel caso dovessi schiantare a terra prima dell'arrivo. 😁

La prossima settimana vi racconterò com'è andata! 👍





Nessun commento: