mercoledì 18 ottobre 2017

Stretching

Tutte le volte che mi sono infortunato, prima di cominciare a correre avevo fatto parecchi esercizi di allungamento ai muscoli delle gambe.

Da questo fatto parte la mia riflessione sull'opportunità di fare stretching prima, dopo o lontano dalla corsa e sulla sua utilità.

Come ho già spiegato, i muscoli e le articolazioni della parte posteriore delle mie gambe sono costantemente sotto sforzo e risultano spesso indolenziti. Il rischio di un'infiammazione ai tendini o di uno stiramento muscolare è sempre dietro l'angolo.

In questo contesto forzare l'allungamento sollecita ulteriormente le fibre già indebolite che, al contrario, andrebbero lasciate riposare.

Per cui, se proprio ho la necessità di fare stretching, ad esempio per migliorare flessibilità ed elasticità, o per facilitare il recupero quando i muscoli sono affaticati, queste sono le accortezze che con l'esperienza ho imparato rispettare:

  1. Lo stretching ai quadricipiti femorali (i muscoli delle cosce) in generale non mi dà problemi e può essere inserito anche durante il riscaldamento. Evito solamente di eseguirlo a terra caricando il peso del corpo sul ginocchio, o di piegare troppo la gamba per non rischiare lesioni ai menischi.

  2. Lo stretching a polpacci, bicipiti femorali (quelli dietro le cosce) e glutei è meglio evitarlo sia prima della corsa, perché aumenta il rischio di traumi, sia dopo, quando i muscoli e i tendini sono già affaticati e si rischia di fare dei danni.

  3. Lontano dell'attività fisica, ad esempio nei giorni di riposo tra un allenamento e l'altro, lo stretching favorisce il recupero, ma va eseguito in maniera dolce, senza forzare l'allungamento, altrimenti è controproducente.

  4. Se avverto dolore ai tendini, in particolare all'achilleo o alla bandelletta ileo-tibiale, evito comunque di allungare le fasce posteriori. In questo caso preferisco dedicarmi ai massaggi.

  5. Per la corsa, lo stretching dinamico in generale è preferibile allo stretching statico passivo perché prepara meglio al tipo di sforzo muscolare richiesto.

Prima di fare esercizi di allungamento bisognerebbe ad ogni modo imparare bene come si fanno, chiedendo aiuto a un esperto del settore o consultando qualche manuale sull'argomento.

Nessun commento: